La sciampista

Tempo di quarantena? Ecco il vademecum sciampistico.

Gli errori capilliferi, sono all’ordine del giorno tanto più in questa situazione di quarantena, che non ha certo bisogno di presentazioni.
A stento ne conoscevo il significato. I nostri tempi non sono certo famosi per l’orario del carosello, ne le restrizioni, anzi, siamo ben abituati ad agi di ogni genere, oggi invece stiamo vivendo con delle limitazioni importanti che mi auguro stiamo rispettando tutti.
E’ un periodo certamente rivoluzionario che porterà con se enormi cambiamenti, (chissà magari anche capilliferi, se deciderai di dedicargli la giusta attenzione), è importante dunque cercare di sfruttare al meglio il tempo che abbiamo a disposizione (se sei mamma, so cosa stai pensando, ti comprendo amica, so bene, che la parola tempo è solo un lontano miraggio, ricordati però che possiamo farcela, siamo donne, stringi i denti e concediti una coccola).
Ma bando alle ciance, confessa, stai rispettando la tua chioma come dovresti? Se la risposta è negativa, dobbiamo attuarci per rimediare,ma soprattutto senza fare danni!

A tal proposito ti ho preparato un prontuario da tenere a mente per evitare gli errori capilliferi più frequenti, ecco dunque la lista dei punti salienti dell’originale vademecum sciampistico in tempo di quarantena, pronta?

1) VIETATO TENERE I CAPELLI SPORCHI. Non hai voglia di farti lo shampoo? No possible!



Come fai a non avere voglia di lavarti i capelli, è un momento magico, straordinario, uno dei migliori momenti di spensieratezza che conosco, evoca un’enorme sensazione di benessere e relax, incide sull’umore, consigliatissimo mai venirne a meno, dall’azione rigenerante ottimo da beneficiarne soprattutto in tempo di quarantena.
Inoltre, come avrai notato in questo periodo i capelli si sporcano con più facilità soprattutto se si tende ad avere un cuoio capelluto oleoso (causa dei termosifoni ancora accesi e delle lunghe ore passate in cucina davanti ai fornelli).
Se ben ricordi la regola sciampistica per eccellenza vuole che, sia necessario lavare i capelli non appena questi o meglio il cuoio capelluto risulta sporco soprattutto per evitare proliferazione batterica, mi raccomando!

2)NO AL MOLLETTONE IN TESTA TUTTO IL GIORNO.



Lo so che è comodo, che sei in casa e non devi andare da nessuna parte, che bastano due semplici mosse e il gioco è fatto, ma tenere i capelli in trazione per tanto tempo, provoca assottigliamenti. Meglio preferire delle acconciature morbide, una coda bassa, una treccia, uno chignone leggero e perché no, magari approfittare di lasciarli sciolti se sei una di quelle donne abituata a tenerli legati spesso per lavoro. I capelli non respirano, ma tenerli svolazzanti senza troppe costrizioni gli farà bene, provare per credere!

3 e 4) VIETATO TAGLIARSI I CAPELLI DA SOLE E NON SOLO.



Online esistono un’infinità di tutorial che mostrano i tagli handemade, francamente eviterei di sperimentare con le forbici, aggiungerei anche con i colori, i quali possono compromettere seriamente la struttura dei vostri capelli (vedi decolorazioni fai da te). Lasciamo questo compito ai professionisti, sono certa che saranno ben felici di darti qualche consiglio attraverso una consulenza personalizzata nell’attesa di sbizzarrirsi sulle vostre chiome non appena tutto questo sarà finito.

Questo vademecum sciampistico nasce proprio dall’idea di cercare di preservare il più possibile le vostre chiome in tempo di quarantena, you understand ?

5) VIETATO DIMENTICARSI DI PETTINARE I CAPELLI.






E’ importante andare a letto con i capelli perfettamente sbrogliati da ogni nodo, durante la notte avvengono degli inevitabili sfregamenti che aggrovigliano i capelli, per tanto altrettanto essenziale sarà pettinarli al risveglio. L’attorcigliamento quotidiano lasciato a se stesso, porta alla formazione di nodi che con il passare del tempo si inspessisce sempre più, formando i così detti locks (nodi) che noi tutte conosciamo con il nome di dreads, i quali possono essere eliminati solamente tagliando la ciocca coinvolta. Lo so cosa state pensando, ma vi assicuro che non è così raro ritrovarsi in questa situazione, motivo per il quale esiste questo fantastico Vademecum sciampistico! 

6 e 7) ALMENO UNA VOLTA ALLA SETTIMANA, FATTI UN IMPACCO.

Approfitta di questo tempo per fare tutto quello che abitualmente non riesci a concederti, questa volta non puoi trovare scuse, come una suocera invadente, sono qui per ricordartelo!
Inoltre potrai, anzi dovrai riappropriati di quel tempo esclusivo ormai dimenticato, attraverso pratiche rilassanti come ad esempio l’automassaggio che ti permetterà di instaurare la buona abitudine capillifera di mantenere ben vascolarizzato il cuoio capelluto il che, fa sempre bene. In questo modo uniremo l’utile (stare a casa) al dilettevole (concedersi una coccola).

Dalla casa sciampistica è tutto, spero di averti dato qualche suggerimento per evitare di commettere errori capilliferi imperdonabili, resto comunque a disposizione per qualsiasi consiglio.