PORTFOLIO
SEARCH
SHOP

Nessun prodotto nel carrello.

Your address will show here +12 34 56 78
La sciampista
Quante volte abbiamo sentito parlare di acido ialuronico? Infinite volte scommetto, eh sì, lui è certamente l’elemento più diffuso e discusso in cosmetica negli ultimi tempi utilizzato frequentemente anche: nella medicina estetica, ortopedia, tricologia, odontoiatria.

E’ uno dei componenti principali del tessuto connettivo, è una sostanza che si trova all’interno della nostra pelle, che viene prodotta da cellule chiamate Fibroblasti. 

La funzione principale dell’acido ialuronico è quella di conferire alla pelle plasticità permettendo un’idratazione importante e profonda.

La domanda che dovremmo porci veramente però è: “Quanto davvero profonda?”



Devi sapere che l’acido ialuronico che troviamo all’interno di un cosmetico si chiama SODIO IALURONATO, ha una forma un po’ diversa da quella che si trova nella nostra pelle. Con questo nome viene definito il suo sale che, a quanto pare ha la capacità di  penetrare meglio, ma sempre fino ad un certo punto. C’è da dire che la differenza di peso molecolare è una significativa varietà.
Quanto più piccole saranno le molecole, tanto più riusciranno a spingersi all’interno senza mai però raggiungere il derma (secondo strato della pelle). 


Devi sapere che l’acido ialuronico ha la capacità di trattenere un grande volume di acqua, basti pensare che 1 g di questo ne trattiene ben 3 litri, un vero portento non solo per la pelle, ma anche per i nostri amici capelli. 
Diventa infatti un super alleato da intengrare nella propria hair routine in caso di secchezza cutanea e capillifera, ma anche assotigliamento o capelli tendenzialmente sottili. 
Possiamo dunque dire che, nelle formulazioni che lo contengono a pesi molecolari diversi come ad esempio in Ad(oro), la differenza di questi (peso della molecola) sarà studiata e pensata per ottenere tali effetti: 
1) Quanto più grande sarà la molecola tanto più avrà la capacità di formare un film “occlusivo” capace di ridurre l’evaporazione dell’acqua.
2) Effetto igroscopico (IDRATANTE), dato da molecole intermedie e piccole. In buona sostanza avrà la capacità di trattenere intorno a se l’acqua dell’ambiente. 

CURIOSITA’ SCIAMPISTICHE

Per portarti a casa un po’ più di informazioni sull’argomento ho pensato di condividere con te qualche curiosità:



1) L’acido ialuronico è un elemento piuttosto apiccicaticcio al tatto. 

2) Utile per qualsiasi tipologia di pelle e capelli.

3) Per ottenere l’inglobazione di questo nella parte dermica è necessario iniettarlo (può farlo SOLO un medico).

4) Combatte i radicali liberi.

5) Deriva da batteri che producono grandi quantità di acido ialuronico.

6) Può provenire da origini vegetali e animali (anche se ormai quasi estinta quest’ulltima pratica). Ma può anche essere riprodotto in laboratorio. 

7) Possiamo identificare (ma non sempre) il basso peso molecolare, nella lista degli ingredienti dietro all’etichetta con il  nome: HIDROLYZED (in minuscole parti). 

Penso di essere giunta al termine di questo viaggio, ma come sempre rimango in attesa di sapere cosa ne pensi, per qualsiasi dubbio o perplessità citofonare: SCIAMPA!
0